fbpx

8 DICEMBRE

Il museo guido fregonese

Alla scoperta del mondo delle api

È il primo museo pubblico di apicoltura in Italia, aperto a Piavon di Oderzo nel 1996: oggi andiamo alla scoperta del Museo “Guido Fregonese”.

Il Museo, che ha sede ora in località Magera, si pone l’obiettivo di offrire al visitatore l’occasione di avvicinarsi al mondo suggestivo e per certi versi misterioso dell’ape, insetto produttore di miele ma anche indispensabile per l’impollinazione delle piante e per la salvaguardia dell’ambiente.

Nelle sue sale sono esposti circa 1200 elementi di vario genere, che comprendono bugni rustici, arnie, attrezzature apistiche, quadri, disegni e foto che illustrano la vita delle api, e ci fanno conoscere l’evoluzione delle tecniche di allevamento negli anni, oltre a una biblioteca con moltissimi libri di apicoltura antichi e moderni. Due sono gli oggetti di particolare pregio e valore affettivo: una leva con il martelletto fabbricata a mano dall’apicoltore Ronchese di Ormelle classe 1888 e utilizzata durante la prigionia in Russia dal 1917 al 1920, e un’arnia Berlepsch di Rusalen di Oderzo che faceva parte di quelle tremila arnie che l’Austria ha ceduto all’Italia per danni della prima guerra mondiale.

Il modo migliore per conoscere questi meravigliosi insetti? Partecipare alle visite guidate!

Nelle visite è possibile assistere alla proiezione di diapositive che illustrano la storia, la morfologia e l’anatomia delle api, ma anche i compiti che devono svolgere in base all’età, come si orientano, il ruolo della regina, e altro ancora, il tutto con le dovute spiegazioni.

Successivamente si passa alla visita degli elementi esposti al museo, alla scoperta del loro utilizzo. Inoltre, in un alveare con le pareti in vetro si possono osservare le api durante le loro attività.

Attività del giorno 

Scatta la foto dell’arnia n. 1 che si trova nel cortile e inviala! Il cancello sarà aperto dalle 13 alle 16:30 di oggi!

Questo form di contatto è disponibile solo per gli utenti connessi.